Make your own free website on Tripod.com

 

MUSEO DEGLI USI E COSTUMI DELLA GENTE TRENTINA

San Michele All'Adige

C'è tutto un mondo, un nucleo culturale, tutta la vita della gente trentina in questo spazio espositivo unico e prezioso. Qui basta un giro delle sale per scoprire il segreto della specificità di di questa terra, fatto: di riti, feste e  duro lavoro. Fatto di attrezzi arte popolare e cultura povera. La sala dedicata alla zootecnìa propone l'attrezzatura del maniscalco e tutti gli attrezzi per la cura del bestiame bovino, ovino,suino e ovicaprino. Nella stalla, posta a livello del terreno sotto l'abitazione, trovavano ricovero, tutti insieme, le vacche adulte e i vitelli, i maiali, i conigli e il pollame. Fedelmente ricostruita è qui una stalla da Someda presso Moena, databile agli ultimi dell'800, caratteristica per l'impiantito in legno e gli avvolti a botte. Vi sono lo stallotto per il maiale e il condotto del fieno.

 


 

 

Caratteristico del Trentino è l'artigianato del rame, che provvedeva le famiglie di tutti i contenitori di uso domestico. A differenza del ferro, il rame si lavora a partire dallo stato fuso. Il materiale, colato in appositi crogioli di creta refrattaria, solidifica in calotte, che vengono poi passate sotto i pesanti magli a testa d'asino, mossi dalla forza dell'acqua. Sotto il maglio, la calotta si assottiglia in conche sempre più sottili. La fucina qui rappresentata e i materiali annessi provengono da Vezzano, al centro della zona tradizionale delle fucine dei magliari trentini. Seguono esempi di artigianato del rame, dalle grandi caldaie da caseificio, ai paioli per la polenta, ai secchi per l'acqua, agli scaldaletto, alle teglie rotonde, alle cuccume da caffè.

 


 

 

Il percorso espositivo ci prenderà per mano e ci racconterà del lavoro agricolo quotidiano, nelle sue diverse produzioni.